• img-book

    Armando Taliano Grasso

ISBN: 9788890362507
Categoria:

Il santuario della kourotrophos a Kyme eolica

di: Armando Taliano Grasso

Il volume ha il pregio di fare il punto su un sito, come Kyme eolica, che, a fronte di decenni di ricerche, ancora non ha visto un’edizione completa delle indagini archeologiche ivi condotte.
Le ricerche intraprese dalla missione cecoslovacca, guidata da Anton Salač negli anni venti del secolo scorso, pubblicate circa cinquant’anni dopo, sono state il punto di partenza del lavoro di Taliano Grasso, che ha poi esaminato anche la documentazione delle indagini successivamente condotte e rimaste, sostanzialmente, senza esiti editoriali, per cui lo sforzo fatto per la ricostruzione storica del sito del santuario è veramente notevole e degno di attenzione.

60.00 

Quantity:
Conosci l'autore
avatar-author
Nasce a Cariati (CS) nel 1959. Nell’anno accademico 1985/1986 consegue il Diploma di Laurea in Storia Antica presso l’Università  degli Studi della Calabria presentando la Tesi di Laurea dal titolo “Al confine tra Thurii e Kroton. Ricerche di topografia antica”. Dal 1987 al 1990 frequenta i corsi di formazione e svolge attività lavorativa con la qualifica di archeologo presso La Finitalia Servizi (Società concessionaria del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali) nell’ambito del progetto “Individuazione e Catalogazione dei Beni Archeologici dalla Preistoria all’età  Medioevale nei territori di Laos, Castiglione di Paludi, Hipponion, Petelia, Krimisa e Locri” (ex art. 15 L. 41/86). Nel 1991 consegue l’abilitazione per l’insegnamento in “Materie letterarie” nelle Scuole Superiori. Dal 1993 al 1997 è cultore della materia presso la Cattedra di Topografia Antica dell’Università degli Studi di Catania. Nel 1994 diviene Dottore di Ricerca in Archeologia (Topografia), sostenendo l’esame finale a Roma presso il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica redigendo la Tesi intitolata “La viabilità romana nella Calabria centrale e settentrionale”. Inoltre, nello stesso anno viene nominato consulente tecnico archeologo presso la Procura della Repubblica di Enna. Dal febbraio 1997 è ricercatore confermato di Topografia Antica presso il Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell’Università degli Studi della Calabria. Nel 1999 porta a compimento l’incarico professionale affidatogli dalla Comunità Montana Sila Greca in merito al censimento (con relativa informatizzazione di tutti i dati raccolti) delle aree di interesse archeologico nella Sibaritide meridionale. Dall’anno accademico 2000/2001 tiene il corso di Topografia Antica (affidamento) presso il Corso di Laurea in Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico, Archeologico e Musicale. Nel corso dell’anno 2002 viene nominato Componente del Comitato Speciale per la predisposizione e sperimentazione di programmi, ricerca e organizzazione della documentazione e degli atti relativi all’attività dell’Assessorato alla P.I., Cultura, BB.CC., Università, Ricerca e Informazione della Regione Calabria. Per l’anno 2002 diviene Consulente per il Diritto allo studio presso l’Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Beni Culturali della Regione Calabria. Negli anni 2002/2003 porta a termine l’incarico professionale affidatogli dal Comune di Cariati per la redazione del progetto e la direzione dei lavori del “Parco archeologico della Sila Ionica” (Finanziamento P.O.R. Calabria Misura 2.1). Nel 2003 diventa membro del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Culturali dell’Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Beni Culturali della Regione Calabria. Nell’anno accademico 2003/2004 insieme al Prof. Renato Peroni svolge il ruolo di Correlatore nella Tesi di Laurea dal titolo “Evoluzione del tessuto insediativo nella protostoria della Calabria centro-orientale, tra i fiumi Trionto e Neto” presentata dal candidato Luigi Arcovio presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Protostoria Europea. Dall’anno accademico 2003/2004 insegna Topografia Antica (supplenza) presso il Corso di Laurea in Scienze Geo-topo-carto-grafiche, Estimative, Territoriali ed Edilizie. Nel biennio 2004/2005 diviene membro del Comitato Tecnico per la Misura 3.6 P.O.R. (Dispersione scolastica) presso l’Assessorato alla Cultura, Pubblica Istruzione, Beni Culturali della Regione Calabria. Dal dicembre 2011 è Professore associato di Topografia Antica presso il Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell’Università della Calabria. È membro del CE.U.T.A. (Centro Universitario Topografia Antica) dell’Università  di Catania. Negli ultimi anni è particolarmente impegnato nei seguenti ambiti di ricerca: Topografia dei Brettii, Viabilità  romana, Produzione artigianale a Kyme Eolica in età  ellenistica, Indagine topografico-archeologica nell'area dei laghi silani, La ceramica di imitazione metallica di produzione brettia, Carta archeologica della Calabria ionica tra i fiumi Coserie e Nicà.   Numerose le Sue partecipazioni e collaborazioni presso progetti di ricerca, campagne di scavo e ricognizioni topografiche:
  1. Giugno 1987: indagini e scavi in località “Piano di San Giovanni” di Amendolara (Cs).
  2. Maggio 1988: indagini e scavi in località “Piano di San Giovanni” di Amendolara (Cs).
  3. Agosto/Settembre 1989: scavi archeologici in località “Cantiere Soriano” di Vibo Valentia.
  4. Ha collaborato ad un programma di ricerca svolto nel maggio 1990 nell’area archeologica di Zagaria di Cariati (Cs) con la cattedra di Geofisica applicata del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università della Calabria.
  5. Agosto/settembre 1990: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme eolica (Turchia).
  6. Ha partecipato negli anni 1990/1991 alla ricerca sul fortilizio greco di Monte San Basilio (Lentini) con un “Contratto d’opera per la Ricerca Finanziata” stipulato con l’Istituto di Archeologia dell’Università di Catania.
  7. Agosto/settembre 1991: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme eolica (Turchia).
  8. Luglio/settembre e novembre 1992: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme eolica (Turchia).
  9. Con affidamento per contratto di incarico di collaborazione scientifica da parte del Dipartimento di Storia dell’Università della Calabria, ha partecipato nel 1993 al Progetto “Individuazione, catalogazione e valorizzazione dei beni storico-archeologici fra le valli del Savuto e dell’Amato” diretto dalla Prof. G. De Sensi Sestito (Fondi POP - Regione Calabria CEE).
  10. Agosto/settembre 1993: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme eolica (Turchia).
  11. Dicembre 1993: indagini e scavi in località “Raffe” di Mussomeli (Cl).
  12. Ha collaborato nel 1994 con il Dipartimento di Pianificazione Territoriale dell’Università della Calabria alla ricerca “The role of the mountains in the desetification of the mediterranean regions” (Finanziamento CEE, EC-DG XII 93-94).
  13. Marzo 1994: indagini e scavi in località “Palazzotto” di Castrolibero (Cs).
  14. Aprile/luglio 1994: indagini e scavi in località “Serra Maiori” di Nocara (Cs).
  15. Luglio/ottobre 1994: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme eolica (Turchia).
  16. Marzo/luglio 1995: indagini e scavi nell’area dell’antica Petelia (Strongoli, Kr).
  17. Agosto/settembre 1995: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme eolica (Turchia).
  18. Gennaio/luglio 1996: indagini e scavi nell’area dell’antica Petelia (Strongoli, Kr).
  19. Agosto/settembre 1996: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme Eolica (Turchia).
  20. Maggio 1997: scavi nell’area dell’antica Kroton.
  21. Luglio 1997: scavi nell’area del santuario di Hera Lacinia (Kr).
  22. Agosto/settembre 1997: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme Eolica (Turchia).
  23. Agosto/settembre 1998: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme Eolica (Turchia).
  24. Novembre/dicembre 1998: indagini e scavi nel sito di Acerenzia (Kr).
  25. Marzo/luglio 1999: indagini e scavi nel sito di Acerenzia (Kr).
  26. Agosto/settembre 1999: indagini e scavi sull’acropoli di Kyme Eolica (Turchia).
  27. Ha collaborato nel 2000 al “Programma di prospezioni di Archeologia Protostorica nel territorio del comune di Rossano Calabro (Cs)” con la Cattedra di Protostoria Europea (Prof. Renato Peroni, dell’Università  di Roma “La Sapienza”).
  28. Dicembre 2001/gennaio 2002: scavi nell’area del castello di Strongoli (Kr).
  29. Novembre/dicembre 2002: scavi nell’area dell’antica Petelia (Strongoli, Kr).
  30. Incarico di collaborazione scientifica alla direzione lavori relativa al “Progetto di indagine preistorica nell’area del lago Cecita (Camigliatello - Spezzano della Sila, Cosenza)” da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria (perizia n° 3/2006).
Frequente anche la partecipazione a conferenze e convegni inerenti i Suoi ambiti di ricerca:
  • Pescia (Pt) 1988 - VI° Convegno Nazionale di Preistoria e Protostoria; titolo della relazione: “Materiali protostorici dal territorio di Cariati (Cs)”.
  • Rossano (Cs) 1992 - Convegno dal tema “I Brettii. Cultura, Lingua e Documentazione Storico-Archeologica, 1° Corso Seminariale IRACEB”; titolo della relazione: “La presenza brettia sul Traente”.
  • Aliaga-Izmir (Turchia) 1994 - Convegno dal tema “Terzo incontro di studio su Kyme Eolica”; titolo della relazione: “L’età arcaica e classica”.
  • Roccelletta di Borgia (Cz) 1996 - Convegno dal tema “Il Bruzio in età romano-repubblicana”; titolo della relazione: “Problemi topografici e viabilità”.
  • Amendolara-Oriolo Calabro (Cs) 1997 - Convegno dal tema “Il segno del Greco in Calabria”; titolo della relazione: “Considerazioni e spunti sull’etnonimo dei Brettii”.
  • Catania 1999 - Convegno dal tema “Eoli e Focei in Occidente”; titolo della relazione: “Il santuario sulla Collina Nord (Area VI)”.
  • Strongoli (Kr) 2001 - Convegno dal tema “Petelia”; titolo della relazione: “Indagini e scavi nel biennio 1995/96”.
  • Arcavacata di Rende (Cs), UNICAL 2004 - Convegno dal tema “Il sacrificio - tipologie, modelli, processi”; titolo della relazione: “Sacrifici e culti nel santuario di Iside a Kyme eolica”.
  • Caloveto (Cs) 2004 - Convegno dal tema “Caloveto e il suo territorio tra Antichità  e Medioevo”; titolo della relazione: “La presenza brettia nel bacino dell’antico Traes”.
  • Cosenza, Casa delle Culture, marzo 2007 - Convegno dal tema “Ricerche storico-archeologiche in Calabria: modelli e prospettive”; titolo della relazione: “In Magna Sila. Dai primi uomini al tardo impero nel cuore della Calabria” (corr. D. Marino).
  • Arcavacata di Rende (Cs), UNICAL giugno 2007 - Convegno dal tema “Enotri e Brettii in Magna Grecia. Modi e forme di interazione culturale”; titolo della relazione: “Ceramiche di imitazione metallica di produzione italica: prime evidenze” (corr. R. Agostino).
  Tante le pubblicazioni (articoli, testi, monografie, atti di convegno) che ha curato in qualità di autore e co-autore nei campi di ricerca in cui è specializzato.
Libri di Armando Taliano Grasso
Su questo libro
Descrizione

Il volume ha il pregio di fare il punto su un sito, come Kyme eolica, che, a fronte di decenni di ricerche, ancora non ha visto un’edizione completa delle indagini archeologiche ivi condotte.
Le ricerche intraprese dalla missione cecoslovacca, guidata da Anton Salač negli anni venti del secolo scorso, pubblicate circa cinquant’anni dopo, sono state il punto di partenza del lavoro di Taliano Grasso, che ha poi esaminato anche la documentazione delle indagini successivamente condotte e rimaste, sostanzialmente, senza esiti editoriali, per cui lo sforzo fatto per la ricostruzione storica del sito del santuario è veramente notevole e degno di attenzione.

“Il santuario della kourotrophos a Kyme eolica”

Non ci sono ancora recenzioni